Associazionismo

 

In base al costrutto della Associazione delle Idee: ogni idea o rappresentazione che abita la nostra vita mentale, a livello sia conscio sia subconscio, tende spontaneamente a richiamare una serie di altre idee, che ad essa in vario modo si collegano per catene associative

Tale principio dell’aggregazione mentale infinita, con varie sfumature, ricorre in tutto il pensiero occidentale

Teorie in materia sono state elaborate già a partire da Platone e da Aristotele

Con il movimento empirista anglosassone del Sei-Settecento, l’associazionismo si struttura in una scuola psicologica vera e propria

secondo cui tutta la nostra vita mentale si organizza attraverso un continuo processo di collegamento automatico fra i contenuti di cui è composta

Il principio viene elaborato in particolare da un nutrito gruppo di autori quali:

John Locke (1632-1704), George Berkeley (1685-1753), David Hartley (1705-1757), David Hume (1711-1776), James Mill (1773-1836), John Stuart Mill (1806-1873), Alexander Bain (1818-1903)

 

associazionismo_schedotto

L’associazionismo psicologico è tendenzialmente elementarista, strutturalista, meccanicista:

Noi interagiamo con il nostro mondo solo attraverso l’esperienza sensoriale concreta

cioè attraverso le sensazioni che, combinate tra loro, danno luogo alle percezioni e alle mappe mentali cognitive che organizzano le nostre idee

Tutta l’attività psichica può essere scomposta in una quantità di elementi minimi (o atomi mentali) non ulteriormente scomponibili

I nuclei elementari di esperienza si collegano tra loro così da formare i contenuti psicologici più complessi, quali idee e concetti (simili a molecole, composti e miscugli mentali) come in una chimica psicologica

Tale processo di aggregazione psichica è spontaneo, naturale, scarsamente controllabile

Ciò che lega i contenuti mentali è l’Associazione

Il legame associativo viene solitamente descritto in termini più o meno di energia, analogamente a quanto avviene per la struttura atomico-molecolare della materia in chimica-fisica

Nella modernità si parla, come fattori che mantengono vivi gli elementi mentali e i legami che intercorrono tra loro, di: vibrazioni degli spiriti vitali, magnetismo, libido, cariche (affettive), valenze, psicodinamica, memoria emotiva, elettricità animale, impulsi e potenziali nervosi

I meccanismi o criteri o leggi dell’associazione delle idee-esperienze sono principalmente:

  • Legge di Somiglianza: quando tra le idee c’è (o viene percepita soggettivamente) una analogia nel loro aspetto esteriore o nelle loro qualità intrinseche
  • Legge di Contiguità: quando tra gli atomi mentali c’è vicinanza nello spazio o nel tempo
  • Legge di Rapporto causa-effetto: quando un elemento è (o viene percepito soggettivamente come) l’origine o la conseguenza dell’altro

Secondo l’associazionismo, il processo di aggregazione mentale interviene in tutto l’insieme dei fenomeni psichici, ma vale in particolare per:

  • la memoria, sia come immagazzinamento sia come recupero
  • i comportamenti, i movimenti, i condizionamenti determinati dall’esperienza
  • le nostre elaborazioni intellettuali complesse, quali: l’analisi logica, la valutazione estetica, la volontà, la fantasia ecc

 

 

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi