La Comunicazione corre sui Media: 5 siti per aggiornarsi in tempo reale

 

Chi si occupa della comunicazione, così come dei comportamenti e degli atteggiamenti che vi si collegano, ha sempre fame di dati empirici, precisi e aggiornati. Ne fornisco qui di seguito una selezione introduttiva, che permette di cominciare ad andare al sodo.

Non si possono capire i comportamenti e gli atteggiamenti che ruotano attorno alla comunicazione se ci si limita alle impressioni personali o alle analisi teoriche, per quanto stimolanti. Questo vale in particolare per i Mass Media.

Su internet è possibile trovare una quantità di dati, presso fonti assai disparate, in primo luogo con riferimento ai social media.

Le fonti sono talmente tante, quanto a volte poco affidabili, che riesce facile confondersi e magari si finisce col lasciare perdere.

Ecco una selezione di alcuni siti, presso i quali possiamo cominciare ad aggiornarci in termini abbastanza affidabili e rapidi.

I dati offerti in queste sedi hanno carattere relativamente oggettivo, nel senso che derivano dalle tracce elettroniche lasciate in internet dagi utenti e talvolta consistono anche di specifiche indagini sistematiche condotte presso campioni di cittadini.

  1. Possiamo verificare in tempo reale i numeri relativi agli utenti di internet nel mondo, con dati specifici disaggregati che sono relativi, ad esempio, a: numero di presenze su Google, Facebook, Youtube, Twitter ecc, numero di siti, di post, di comunicazioni skype e così via. Il sito che li riporta tutti online, con orologi-misuratori in continuo movimento, è: InternetLiveStats.com. Sempre sul sito Internet Live Stats c’è una pagina specifica attraverso cui si possono rilevare i trend che le varie forme di comunicazione sviluppano nel tempo, ripartiti anche per i diversi paesi e ulteriormente analizzabili secondo variabili illuminanti: internetlivestats.com/statistics.
  2. Il sito Statista.com offre elementi piuttosto completi, anche nella sua versione accessibile openaccess, sui principali dati che definiscono ad esempio: Media & Advertising; Newspapers; Social Networks; Books & Publishing; Television; e tanti altri comportamenti e atteggiamenti relativi alla comunicazione. Le statistiche di Statista.com, sempre aggiornate e dettagliate, si riferiscono in primo luogo agli Stati Uniti, ma in larga parte anche a tante altre regioni del mondo.
  3. Il Governo degli Stati Uniti, attraverso i suoi National Archives, offre molti dati solidi e ufficiali sulla comunicazione. Vengono messi a disposizione vari approfondimenti e documenti (spesso si tratta di report in pdf) relativi in particolare ai Social Media.
  4. L’eccellente Pew Research Center mantiene una sezione di ricerche specifiche, sempre molto interessanti e aggiornate, sul tema del Journalism & Media come pure una sezione dedicata a Internet, Science & Tech.
  5. Per uno sguardo d’insieme di taglio più giornalistico, o meno sistematico, si può scorrere il sito BrandWatch.com che dedica un ampio post al tema Marketing: 96 Amazing Social Media Statistics and Facts for 2016, dove viene riassunta una grande quantità di dati sul tema, con decine e decine di link che permettono di approfondire sia i comportamenti globali in relazione ai social media sia molte statistiche interessanti che analizzano specificamente i singoli Social: da Facebbok a Youtube, da Twitter a Linkedin, da Instagram a Pinterest e così via.

Verificare con qualche regolarità i dati offerti da queste fonti riuscirà utile se non indispensabile ad ogni studente della comunicazione, oltre che ad ogni operatore del settore.

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi