La falsità fa male alla verità: In particolare ai vaccini

 

A fine giugno 2017 i media italiani sono invasi all’improvviso dalla tragica notizia che un bimbo leucemico sarebbe morto di morbillo. Molti giornali e telegiornali e siti web sostengono che la morte del piccolo leucemico sarebbe dipesa dal fatto che i genitori non avrebbero vaccinato i suoi fratelli dal morbillo.

La presunta notizia, presentata senza fornire prove di qualche spessore e senza proporre eventuali ipotesi alternative, viene subito utilizzata da molti giornalisti e commentatori e anche autorità politiche per basare su simili  dati “oggettivi” le solite polemiche ideologiche, più o meno strumentali, sulla scienza in generale e sui vaccini in particolare.

Nel giro di pochi giorni: i più si rendono conto che tutto deriva da voci che corrono incontrollate, senza basi sostanziali. Addirittura: secondo il medico curante, il bimbo avrebbe contratto il morbillo (a cui non poteva essere vaccinato per via della sua debolezza immunitaria) dentro all’ospedale, da altri bambini ricoverati con il morbillo, e poi lo avrebbe passato ai fratelli. Appare chiaro che i genitori sono solo le vittime infelici di un dramma che purtroppo li ha travolti, benché molti non abbiano provato anche solo per un attimo  un sentimento di solidarietà per loro né si siano fatti scrupolo ad accusarli più o meno esplicitamente di non si sa che.

Appare evidente che tutta questa storia-teoria, con la sua ipotetica sequenza di cause ed effetti, è un falso o una bufala o una post-verità che dir si voglia.

Ma la scienza dei vaccini non è un falso, bensì uno strumento medico notevolissimo, scientificamente fondato e molto utile benché imperfetto (come tutte le cose a questo mondo).

Conclusione: cercare di supportare la verità con delle bufale non è una buona idea. Riesce utile solo a diffondere l’idea che anche la verità (dei vaccini) è una post-verità come tutte le altre.

 

 

Riferimenti / References:

 

Corriere: Bambino leucemico muore di morbillo, contagiato dai fratelli.

Repubblica: Bambino leucemico muore di morbillo, contagiato dai fratelli.

Corriere: Bambino leucemico muore in quanto non vaccinato.

TGla7: Bambino leucemico muore di morbillo in quanto non vaccinato; il ministro prende spunto per promuovere i vaccini.

Corriere: Un commento al dramma del bimbo morto per mancanza di vaccinazione.

Corriere: Bambino leucemico non è stato contagiato dai fratelli, bensì in ospedale.

Repubblica: Bambino leucemico non è stato contagiato dai fratelli, bensì in ospedale.

Giornale di Monza: la bufala sul bimbo morto di morbillo.

La Stampa: Né i fratelli né i vaccini hanno in alcun modo a che fare con la morte del bimbo leucemico.

I vaccini inquietanti: Scienza contro Scienza nella pop culture.