Festinger: La dissonanza cognitiva

 

La dissonanza cognitiva è un concetto tra i più ricorrenti in psicologia

Il costrutto è stato sviluppato dallo statunitense Leon Festinger (1919-1989), allievo di Lewin e professore in varie Università

Festinger ha condotto sperimentazioni di psicologia sociale e sulla percezione visiva, in chiave gestaltista e anti-comportamentista

Secondo la sua teoria, ci troviamo in una situazione di dissonanza cognitiva quando due nostre idee sono incongruenti tra loro: per motivi di logica interna, oppure di contrasto con norme culturali o con nostre precedenti esperienze

In simili casi: le persone provano disagio in quanto devono ristabilire una coerenza tra il loro atteggiamento interiore e il loro comportamento

Per cui trovano il modo di farsene una ragione, riequilibrando la dissonanza, con il raccontarsi una nuova e più consonante versione dei fatti

Ad esempio: io fumo, ma so che è stato dimostrato scientificamente che il fumo uccide; quindi: mi convinco che queste ricerche non sono poi così scientifiche

Oppure, più classicamente: la volpe, che vuole prendere l’uva ma non riesce a raggiungerla, dichiara a se stessa che non è ancora matura

Una famosa indagine del gruppo di Festinger viene pubblicata nel 1956

Si basa sulla osservazione partecipante, a Minneapolis, di una piccola comunità apocalittica di ufologi che si definiscono “i Cercatori”

Questi ritengono di avere ricevuto, attraverso la scrittura automatica della profetessa Marian Keech, dei messaggi da “i Guardiani” del pianeta Clarion, i quali fanno sapere che scateneranno la fine del mondo, al solstizio del 21 dicembre 1954, per punire l’umanità dei suoi peccati

I Ricercatori lasciano le loro case, i parenti e il lavoro e alla fine si radunano in un parcheggio, dove i Guardiani hanno annunciato che verranno a prendere solo loro, i veri credenti, per salvarli, trasportandoli sul lontano pianeta

Finito il 21 dicembre, visto che non è successo nulla, i Cercatori si trovano in stato di dissonanza cognitiva, per cui dovrebbero abbandonare il loro credo (dimostratosi falso)

Invece ne escono più convinti di prima, avendo constatato che è stata proprio la testimonianza della loro incrollabile fede a convincere i Guardiani a salvarli, e con loro l’umanità tutta, non scatenando più la fine del mondo

Un’altra ricerca del gruppo di Festinger, ancora più famosa, è stata pubblicata nel 1959

Viene chiesto a un gruppo di studenti, esaminati singolarmente, di partecipare per un’ora ad un esperimento basato su prove intrinsecamente assai noiose

Alla fine viene chiesto al soggetto di convincere il partecipante successivo che l’esperimento è stato bello e divertente

Per tale dichiarazione: ad alcuni viene data una ricompensa di 1 dollaro, mentre ad altri di 20 dollari

Intervistati alla fine della prova:

quanti avevano ricevuto 20 dollari, affermano che il compito è stato davvero assai noioso, ma che valeva la pena di mentire per ben 20 dollari

quelli che hanno ricevuto 1 solo dollaro, affermano invece che il compito è stato davvero abbastanza bello e divertente, verosimilmente per riequilibrare la dissonanza cognitiva che deriverebbe dal fatto di mentire (dicendo che il compito è bello quando non lo è) per il misero compenso di 1 dollaro solo

 

 

 

 

 

 

Per continuare a riflettere :

  • CognitivismoCognitivismo   A partire dagli anni ’70 del Novecento, il cognitivismo conquista una posizione sempre più centrale per la psicologia universitaria statunitense Nella sua forma di Scienza […]
  • Vis Repraesentativa & Scienze CognitiveVis Repraesentativa & Scienze Cognitive   Dice Baumgarten: Cogitationes sunt repraesentationes: ergo anima mea est vis repraesentativa. Tale è la massima numero 506 nella sua Metaphysica: un’ottima sintesi per la […]
  • Miller: Il magico numero 7Miller: Il magico numero 7   Nel 1956 George A. Miller, della Harvard University, pubblica sulla Psycological Review uno degli articoli cui viene fatto più spesso riferimento in psicologia, intitolato: […]
  • Psicologia del Cognitivismo: Prima LezionePsicologia del Cognitivismo: Prima Lezione   La psicologia del Cognitivismo è la scuola psicologica più rilevante nell'ambito della psicologia scientifica contemporanea. Questa Prima Lezione introduttiva presenta una […]
  • Psicologia della Gestalt: Prima LezionePsicologia della Gestalt: Prima Lezione   La psicologia della Gestalt, detta talvolta psicologia della Forma, è tra le più rilevanti scuole teoriche e di ricerca della psicologia scientifica moderna. Durante la […]
  • Lewin: Leadership efficaceLewin: Leadership efficace   Lo psicologo e filosofo prussiano Kurt Lewin (1890-1947) insegna all’Università di Berlino Negli anni ’30, fugge negli Stati Uniti, dove è professore in varie università e […]
  • Asch: Conformismo di gruppoAsch: Conformismo di gruppo   Nei primi anni ’50 lo psicologo gestaltista polacco-americano Solomon E. Asch (1907-1996) conduce una serie di ricerche, tra le più rilevanti in psicologia, presso lo […]
  • Post-verità: Non dimentichiamo Koffka e la psicologia della GestaltPost-verità: Non dimentichiamo Koffka e la psicologia della Gestalt   I nostalgici della Verità-vera, di cui paventano la detronizzazione da parte di quella che immaginano come post-Verità, sembrano ignorare (oltre al contributo ottocentesco […]
  • GestaltGestalt   La Gestaltpsychologie è una scuola filosofico-psicologica fondamentale che è stata sviluppata nel primo Novecento, a partire dall’idealismo romantico di Immanuel Kant […]
  • Kohler: Apprendere per insightKohler: Apprendere per insight   Lo psicologo e filosofo tedesco Wolfgang Köhler (1887-1967) è allievo del gestaltista Wertheimer Opera a Berlino, poi negli Stati Uniti Dal 1913 e per tutta la prima […]
  • Cognitivo-Comportamentale: 11 articoli Top nel Secondo NovecentoCognitivo-Comportamentale: 11 articoli Top nel Secondo Novecento   L’indirizzo psicologico dominante in psicologia, cui si fa sempre maggiore riferimento da metà del Novecento fino ad oggi, è quello che viene indicato come […]
  • Wertheimer: Effetto PhiWertheimer: Effetto Phi   L’Effetto Phi, uno dei più classici in psicologia, attiene al fenomeno della persistenza percettiva degli oggetti Fenomeno psicologico per cui tendiamo a integrare gli […]
  • Franz Brentano è uno psicologo (anche) italianoFranz Brentano è uno psicologo (anche) italiano   Certe volte gli psicologi italiani mi sembrano specializzati nel fingere di ignorare, o quanto meno nel non cogliere appieno, la natura di alcuni personaggi assai […]
  • Psicoanalisi FreudianaPsicoanalisi Freudiana   Shlomo Sigismund Freud detto Sigmund (1856-1939) è un medico e ipnotista ceco, che opera a Vienna Dalla sua intensa azione divulgativa, con la denominazione di […]
  • Terza ForzaTerza Forza   La Terza Forza (Third Force) non è propriamente una scuola psicologica bensì un modo relativamente generico per evocare un ampio settore della psicologia operativa, o […]
  • I Riflessi Condizionati: un dato storico della psicologiaI Riflessi Condizionati: un dato storico della psicologia   Una parte della psicologia è dominata dalle ipotesi, dalle teorie, dalle interpretazioni. I dati relativamente certi, pur nei limiti delle umane cose, sono piuttosto […]
  • Fobia SpecificaFobia Specifica   La fobia specifica, o semplice, è un’ansia circoscritta: una reazione automatica di intenso timore e repulsione, talvolta di panico, che si manifesta ogni volta che la […]
  • Fobia socialeFobia sociale   La fobia sociale o ansia sociale è uno stato di allarme, talvolta intenso e incontrollabile talvolta più contenuto, che nasce dal timore, o dall’avversione, per occasioni […]
  • RomanticismoRomanticismo   Il romanticismo è un complesso movimento sette-ottocentesco, di carattere intellettuale e artistico ma anche scientifico e psicologico, che vuole recuperare la cultura […]
  • La storia è solo storia contemporanea (anche in psicologia)La storia è solo storia contemporanea (anche in psicologia)   Alcuni psicologi amano indicare Benedetto Croce come un antagonista della psicologia. Si tratta per lo più di accademici in età avanzata, che gli rimproverano in primo […]
  • ComportamentismoComportamentismo   Una disposizione in senso lato comportamentista è l'ideologia scientifica dominante del movimento psicologico occidentale, dagli anni ’20 fino agli anni ’60 del Novecento, […]
  • Perché iscriversi a PsicologiaPerché iscriversi a Psicologia   Perché studiare Psicologia? Perché iscriversi a Psicologia? Perché scegliere la psicologia come professione? Per chi ha raggiunto o sta per ottenere la maturità. Per chi […]
  • EvoluzionismoEvoluzionismo   L’evoluzionismo non è una scuola psicologica, ma un punto di riferimento concettuale che connota una parte rilevante della Nuova Psicologia moderna sin dai suoi primi […]
  • L’ipnosi nelle Universita’ e negli Ospedali internazionaliL’ipnosi nelle Universita’ e negli Ospedali internazionali   Qualcuno crede ancora che l'ipnosi, anche in psicologia o in medicina, sia materia da praticoni. In realtà, in ambito internazionale, l'ipnosi è materia che viene trattata […]

CC BY-NC-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento