Gerarchia delle scienze umane secondo le riviste scientifiche internazionali

 

Ho già riferito, in un articolo che analizza l’offerta dei maggiori distributori di libri del mondo, ampi dati per valutare la rilevanza relativa delle diverse discipline che si raccolgono nel gruppo delle scienze umane.

I dati pubblicati in precedenza si riferivano al maggiore distributore mondiale di libri online (Amazon.com) e alla maggiore catena di bookstore degli Stati Uniti (Barnes & Noble).

Qui verifico invece, in otto tabelle (più una di sintesi), qual’è la situazione delle riviste scientifiche internazionali, fotografando i dati offerti da un campione altamente rappresentativo di editori internazionali (soprattutto di journal) che operano in modo specializzato nell’ambito dell’università, della ricerca, delle professioni.

Analizziamo dunque alcune importanti banche-dati che si riferiscono, per la grande parte dei loro contenuti, a lavori pubblicati su riviste scientifiche (e solo marginalmente a delle serie di libri; comunque: specialistici e selezionati anch’essi).

La piattaforma di partenza per la ricerca che presento qui è l’insieme delle banche dati accessibili presso l’Università degli Studi di Torino. La rilevazione è stata condotta nella mattina del 21 aprile 2014.

Le pubblicazioni analizzate sono quelle dei gruppi editoriali: Wiley Interscience, Taylor & Francis, Sage Journals, Elsevier Science Direct, Annual Reviews. Forse si tratta di nomi relativamente poco noti al pubblico italiano non specialistico, ma nel loro insieme hanno pubblicato, e pubblicano, una parte assai rilevante di tutta la letteratura scientifica, accademica e professionale d’alto livello che è apparsa nell’ultimo mezzo secolo nel mondo. Soprattutto: sono i grandi editori di migliaia e migliaia di peer-reviewed journal, che rappresentano il canale più consistente per la pubblicazione di contributi scientifici-intellettuali originali negli ultimi decenni.

I primi quattro editori di journal (Wiley, Taylor & Francis, Sage, Elsevier) sono dei colossi nel loro settore, benché con dimensioni che variano dall’uno all’altro. Il quinto editore (Annual Reviews) è certo più piccolo ma, con le sue 35 riviste specializzate sull’analisi sistematica degli argomenti scientifici più diversi e le oltre 30.000 rassegne pubblicate, è comunque un emblematico punto di riferimento assoluto per i ricercatori di tutte le discipline e di tutto il mondo.

Riporto qui di seguito le 8 tabelle statistiche relative alla frequenza di alcuni terini relativi alle scienze umane, che i motori di ricerca interni ai cataloghi di ciascun editore selezionano per ciascuna voce utilizzata (che è esattamente quella riportata qui nelle tabelle).

Ricordo che questi motori di ricerca sono “intelligenti” nel senso che (con lievi variazioni dall’auno all’altro) non si limitano alla sola presenza della parola digitata nel titolo, ma la rilevano anche nell’abstract, nella descrizione ecc, mentre identificano sia il singolare sia il plurale sia gli aggettivi sia i sostantivi connessi con il termine utilizzato per la ricerca ecc.

I dati evidenziati ci permettono di precisare meglio quanto abbiamo già verificato con riferimento alla distribuzione editoriale di libri (sia tramite internet sia tramite bookshop). Sembrano infatti esistere alcune moderate differenze, assieme a grandi somiglianze, tra l’editoria specialistica (scientifica, universitaria, professionale) specie di riviste e l’editoria generalista specie di libri.

  1. Si conferma il fatto che le scienze umane sono dominate dalla psicologia (nelle riviste come nei libri).
  2. Nell’ambito delle riviste scientifiche: la filosofia ha maggiore rilievo della sociologia (mentre nella distribuzione generalista dei libri l’ordine è inverso).
  3. Si conferma il fatto che l’antropologia ha un certo rilievo, ma resta maggiormente di nicchia rispetto alle tre discipline principali.
  4. La pedagogia, almeno come disciplina autonoma, manifesta qui una sua limitata presenza (che è comunque maggiore della quasi assenza che la caratterizza nell’editoria generalista dei libri) pur restando la disciplina più marginale

Ma vediamo le singole tabelle con maggiore dettaglio: Dati relativi a Wiley Interscience:

 

TAB 1 Wiley %
Psychology 397909 39,7
Philosophy 257111 25,7
Sociology 160633 16,0
Anthropology 154475 15,4
Pedagogy 31902 3,2
1002030 100,0

 

La situazione appare simile anche se restringiamo l’analisi alle riviste scientifiche (le singole testate) che sono dedicate specificamente alle diverse aree delle scienze umane dal gruppo editoriale Wiley Interscience:

TAB 2 Wiley entitled Reviews %
Psychology 163 42,8
Philosophy 115 30,2
Anthropology 69 18,1
Sociology 32 8,4
Pedagogy 2 0,5
381 100,0

 

Dati relativi a Taylor & Francis:

TAB 3 Taylor and Francis %
Psychology 419038 37,9
Philosophy 304226 27,5
Sociology 182959 16,6
Anthropology 99359 9,0
Pedagogy 99143 9,0
1104725 100,0

 

La situazione appare simile anche se restringiamo l’analisi alle riviste scientifiche (le singole testate) che sono dedicate specificamente alle diverse aree delle scienze umane dal gruppo editoriale Taylor & Francis:

TAB 4 Taylor and Francis entitled Reviews %
Psychology 63 50,4
Philosophy 32 25,6
Sociology 12 9,6
Anthropology 10 8,0
Pedagogy 8 6,4
125 100,0

 

Dati relativi a Sage Journals:

TAB 5 Sage %
Psychology 236578 39,9
Philosophy 142801 24,0
Sociology 141044 23,8
Anthropology 50135 8,4
Pedagogy 22958 3,9
593516 100,0

 

La situazione appare simile anche se restringiamo l’analisi alle riviste scientifiche (le singole testate) che sono dedicate specificamente alle diverse aree delle scienze umane dal gruppo editoriale Sage Journals:

TAB 6 Sage entitled Reviews %
Psychology 20 48,8
Sociology 17 41,5
Philosophy 4 0,4
Anthropology 0 0,0
Pedagogy 0 0,0
41 100,0

 

Dati relativi a Elsevier Science Direct:

TAB 7 Elsevier %
Psychology 428954 53,1
Philosophy 213356 26,5
Sociology 89811 11,1
Anthropology 57386 7,1
Pedagogy 17762 2,2
807269 100,0

 

Dati relativi a Annual Reviews:

TAB 8 Annual Reviews %
Psychology 2991 33,9
Philosophy 2042 23,2
Sociology 1992 22,6
Anthropology 1697 19,3
Pedagogy 92 1,0
8814 100,0

 

Ecco infine l’insieme dei dati, riuniti in un’unica tabella di sintesi (nell’ultima colonna, e nel grafico di testata: la media delle percentuali rilevate presso ciascun editore):

TAB 9 Wiley Taylor Francis Sage Elsevier Annual Reviews % TOT
Psychology 39,7 37,9 39,9 53,1 33,9 40,9
Philosophy 25,7 27,5 24,0 26,5 23,2 25,4
Sociology 16,0 16,6 23,8 11,1 22,6 18,0
Anthropology 15,4 9,0 8,4 7,1 19,3 11,8
Pedagogy 3,2 9,0 3,9 2,2 1,0 3,9
100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0

 

In conclusione: anche nel caso dell’editoria scientifica specialistica (specie di riviste), così come in quello dell’editoria generalista (specie di libri), il quadro generale delle scienze umane appare ben chiaro e consolidato.

 

 

Per continuare a riflettere :

CC BY-NC-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento