L’ipnosi riduce i costi della sanità, secondo Harvard

 

Secondo la Harvard University, l’ipnosi dimostra di poter produrre grandi risparmi nelle procedure radiologiche.

Lang e Rosen, del Beth Israel Deaconess Medical Center presso la Harvard Medical School, hanno pubblicato su Radiology una ricerca che confronta sistematicamente i costi standard della sedazione per via endovenosa con quelli della sedazione che prevede l’impiego, accanto alla tecnica chimica tradizionale, anche dell’auto-rilassamento ipnotico durante alcune procedure radiologiche di intervento ambulatoriale.

Rilevano, nel dettaglio, che i costi per la sedazione chimica sono mediamente di 638 dollari a paziente; mentre quelli per gli interventi che prevedono anche il supporto dell’autoipnosi sono mediamente di 300 dollari a paziente.

Con l’ipnosi, le persone dichiarano di essere meno provate dall’intervento, mentre la struttura sanitaria risparmia 338 dollari a paziente.

La ricerca è stata condotta da Elvira V. Lang e Max P. Rosen, al Department of Radiology, Beth Israel Deaconess Medical Center, Harvard Medical School.

Il riferimento bibliografico è: Lang, E.V., Rosen, M. (2002). Cost analysis of adjunct hypnosis with sedation during outpatient interventional radiological procedures. Radiology, 222, 375-382.

 

 

 

 

loading videos
Loading Videos...

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi