Bulimia psicologica

  Bulimia è avidità compulsiva di cibo Bulimia è dal greco, bous-βοῦς (bue) e limos-λιμός (fame); quindi: fame da bue (nell’uso italiano: fame da lupo) o inesorabile voracità Viene talvolta chiamata impropriamente bulimia nervosa, benché non vi sia evidenza di cause neurologiche La bulimia psicologica è un comportamento alimentare disturbato che si manifesta con: Abbuffate solitarie ricorrenti (almeno un paio di volte la settimana), in cui … Continua a leggere …

Anoressia psicologica

  Anoressia è rifiuto compulsivo del cibo Viene dal greco ed è composta di ana-ανα (privativo: priva di) e di órexia-ορεξία cioè desiderio, appetito, voglia; quindi: senza appetito In realtà: la persona anoressica spesso prova appetito per il cibo, benché si trattenga Per cui c’è chi la definisce come ana-fagia : tendenza a non mangiare, nel senso di mangiare il meno possibile Occorre distinguere tra: Anoressia come sintomo … Continua a leggere …