150 sfumature di Pazzia

  Ci sono molti modi per indicare i comportamenti inconsueti, strani, originali. Ciascuno di noi li utilizza ogni giorno, nel parlare quotidiano. Spesso lo facciamo senza ragionare bene su ciò che stiamo dicendo. Questa lunga lezione, di un’ora e mezza, analizza oltre 150 modi quotidiani di indicare la Pazzia, raccontando per ognuno di essi la spiegazione del significato, dell’etimologia, dell’uso implicito. Una carrellata, che è … Continua a leggere …

La salute mentale è un tema psicosociale per la World Health Organization

  Alla luce del costante dibattito sulla natura della salute mentale, rivediamo che cosa stabilisce ufficialmente in proposito l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Stimolata dalla Resolution WHA65.4 sulla promozione della salute mentale, deliberata nella Sixty-fifth World Health Assembly, may 2012 (pp. 7-10) la World Health Organization WHO ha pubblicato un documento fondativo per l’azione a favore della salute mentale negli anni Duemila: WHO’s Mental Health Action Plan 2013-2020. Suggerisco … Continua a leggere …

Sofferenza mentale: I muri resistono ancora

  Il 31 marzo 2015 sul territorio italiano avrebbero dovuto chiudere (per legge) tutti gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, detti anche OPG o Manicomi Criminali, che ancora esistono. I 6 Ospedali Psichiatrici Giudiziari italiani sono stati dichiarati ufficialmente chiusi. Però risulta anche, ai primi d’aprile del 2015, che nessuno di essi ha chiuso davvero. Le Regioni inadempienti (in effetti: tutte) sono state minacciate di commissariamento da parte del Ministero … Continua a leggere …

Lo Psicoterapeuta negli Stati Uniti è spesso un Assistente Sociale

  “Essi aiutano le persone a risolvere e ad affrontare i problemi nella vita quotidiana. Una parte di loro, i clinici, diagnostica e tratta i problemi mentali, comportamentali ed emotivi”. Per quanto riguarda il setting di lavoro: “Essi operano in una varietà di contesti, tra cui le cliniche per la salute mentale, le scuole, l’assistenza ai bambini e le agenzie per i servizi alla persona, … Continua a leggere …

Se il disagio psicologico è scientificamente una malattia cerebrale: Allora la psicologia è oggettivamente inutile

  Il modo classico con cui si dimostra che tutto ciò che pare soggettivamente psicologico (riferito alla mente-mind) è in realtà oggettivamente neuropsichiatrico (riferito al cervello-brain) consiste nel chiamare neuropsichiatrico tutto ciò che è psicologico. Riferisco in questa sede di un brillante esempio per tale strategia retorica, spacciata per Scienza, che ha ottenuto di recente un buon successo scientifico. Merita sottolineare che tale solida dimostrazione … Continua a leggere …

Ansiolitici & psicoterapia farmacologica secondo il Dr Balasso

  Natalino Balasso non è propriamente uno psichiatra. Però rende bene l’idea di che cosa è, almeno da un certo punto di vista, la psicoterapia farmacologica. Balasso è romanziere, autore e attore teatrale originario di Porto Tolle, vicino a Rovigo in Veneto. Da molti anni scrive e lavora in teatro, cinema, televisione e radio. Balasso è poco considerato dalla televisione ufficiale italiana, ma tiene un … Continua a leggere …

Le macchie di Rorschach sono tarocchi? Gobolinks

  Molti chiamano “macchie di Rorschach” una forma grafica che non appartiene affatto a Rorschach. Non lo pretendeva nemmeno lui. Le macchie di Rorschach non sono di Rorschach. Il Test delle Macchie d’Inchiostro non è di Rorschach. I due noti scrittori americani Ruth McEnery Stuart e Albert Bigelow Paine pubblicano nel 1896 l’affascinante album Gobolinks, che raccoglie un centinaio di Tavole a Macchie d’Inchiostro, accompagnate … Continua a leggere …

MMPI Minnesota Multiphasic Personality Inventory

  Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory (MMPI) è il test psicologico carta-e-matita più utilizzato nel mondo occidentale, soprattutto nell’esercito e nei tribunali degli Stati Uniti Viene proposto come un inventario per valutare la tendenza di una persona verso la malattia mentale Lo MMPI ha carattere commerciale ed ha prodotto un grande business economico E’ stato realizzato negli anni ’30 dallo psicologo Starke R. Hathaway e … Continua a leggere …

Bulimia psicologica

  Bulimia è avidità compulsiva di cibo Bulimia è dal greco, bous-βοῦς (bue) e limos-λιμός (fame); quindi: fame da bue (nell’uso italiano: fame da lupo) o inesorabile voracità Viene talvolta chiamata impropriamente bulimia nervosa, benché non vi sia evidenza di cause neurologiche La bulimia psicologica è un comportamento alimentare disturbato che si manifesta con: Abbuffate solitarie ricorrenti (almeno un paio di volte la settimana), in cui … Continua a leggere …

Anoressia psicologica

  Anoressia è rifiuto compulsivo del cibo Viene dal greco ed è composta di ana-ανα (privativo: priva di) e di órexia-ορεξία cioè desiderio, appetito, voglia; quindi: senza appetito In realtà: la persona anoressica spesso prova appetito per il cibo, benché si trattenga Per cui c’è chi la definisce come ana-fagia : tendenza a non mangiare, nel senso di mangiare il meno possibile Occorre distinguere tra: Anoressia come sintomo … Continua a leggere …

Agorafobia

  Agorafobia è dal greco agorà [ἀγορά – a sua legata ad: da ἀγείρω che è raccogliere, radunare] piazza della città e fobia [φόβος] paura, repulsione Si riferisce, metaforicamente, alla paura della piazza, nel senso di un luogo impersonale o del fatto di trovarsi immersi in un mondo sconosciuto, o della condizione di essere allo scoperto, alla mercé della gente, in un ambiente anonimo, inquietante, non familiare, … Continua a leggere …

Panico: Attacco di ansia non-specifica

  Panico è dal greco panikos [ πανίκος]: legato a Pan, spirito o divinità dei boschi che può pervadere all’improvviso i sentimenti di coloro ai quali si manifesta Indica uno stato di intenso sgomento, paura o angoscia, che arriva all’improvviso L’attacco di panico, o attacco imprevisto di ansia a-specifica, non sembra provocato da una causa chiaramente identificabile Nella maggior parte dei casi: dura pochi minuti … Continua a leggere …