Un mese di American Psychological Association home page

 

Poco più di un mese fa abbiamo notato che il sito della American Psychological Association è particolarmente vivace nel proporre e nel promuovere la psicologia sia scientifica sia professionale presso i navigatori del web.

Anche le comunicazioni della rivista Psychology Today ci hanno offerto spunti interessanti; ma si tratta di proposte che vengono offerte nell’ambito di un’attività commerciale privata. Per cui risultano stimolanti, ma seguono forse dei criteri diversi da quelli cui generalmente si ispira un’organizzazione di carattere istituzionale.

Per rimanere sul piano delle associazioni di categoria, ho pensato di raccogliere nuovi elementi che ci aiutino, attraverso il confronto, a sviluppare anche le nostre strategie. Per cui ho monitorato la testimonianza del sito APA, così da raccogliere ulteriori spunti che possano magari essere di ispirazione anche per la promozione degli psicologi italiani e particolarmente per la comunicazione istituzionale, magari anche dando una mano al nostro Ordine professionale.

Ricordo che la American Psychological Association APA è una libera associazione privata e non un Ordine Professionale statale. Non esistono ordini professionali (di nessun tipo) negli Stati Uniti. Ma, sin quasi dalla sua fondazione nel 1892, la American Psychological Association APA (che attualmente conta circa 137.000 iscritti) viene considerata da molti come l’associazione relativamente più importante della psicologia professionale a livello internazionale.

In ogni caso, la comunicazione della APA ci offre un ottimo esempio di come operare strategicamente per fornire utili elementi al pubblico e per aiutarlo ad avvicinare la psicologia, sia di base sia applicata, nel modo migliore.

Ho dunque visitato con regolarità il sito della American Psychological Association APA, raccogliendo le immagini con cui il sito ha scelto di comunicare.

La presentazione degli argomenti trattati avviene attraverso dei banner che si alternano, i quali consistono ciascuno di una immagine e di un titolo, più alcuni testi a contorno (occhiello, sottotitolo ecc). Cliccando il banner: si viene trasferiti ad una pagina di approfondimento.

Ho monitorato il sito dal 20 marzo al 20 aprile del 2014. La data esatta in cui ho raccolto ciascuna immagine è puntualmente riportata nel titolo (image name) del banner stesso.

Ho scelto questo arco di tempo senza una strategia particolare, ma solo per avere sotto osservazione una trentina di giorni continuativi che potessero fare da campione esplorativo in diretta. Una vera e propria analisi del contenuto richiederebbe eventualmente una rilevazione più ampia; ma il mio scopo è stato semplicemente quello di poter ricavare degli spunti oggettivi (in modo sistematico e documentato, ma senza pretesa di esaustività).

Ho visitato assiduamente e sistematicamente il sito della APA ogni 2 o 3 giorni nell’arco del mese, raccogliendo tutte le immagini-presentazioni che vi sono comparse. Può darsi che qualche banner mi sia sfuggito, tra una visita e l’altra, ma è ragionevole ritenere che ne abbia raccolta la quasi totalità (se non proprio tutti).

Qui sotto (successivamente al testo) riporto una sequenza in scala ridotta di tutte le immagini che ho rilevato nel mese campione.

Ognuno, scorrendo la presente pagina sino in fondo, può farsi un’idea e ricavarne propri motivi di riflessione e di stimolo.

Prima di riportare la sequenza, presento un paio di notazioni che sono venute in mente a me.

Merita sottolineare che il sito APA è strutturato in una site-map molto articolata, che consiste di migliaia e migliaia di pagine. In questo articolo riporto solo le immagini-argomenti che vengono proposte sulla home-page di accoglienza. Tratterò eventualmente in altre occasioni i molti banner che compaiono in altre pagine e sotto-sezioni.

Le immagini-banner si trovano sempre all’interno di uno slideshow, che sta in apertura della pagina e che fa scorrere da 3 a 5 immagini in un loop continuo. Alla luce di tutto questo, mi è parso di notare ad esempio che:

  • Tra il 20 marzo e il 20 aprile 2014 sono stati offerti 32 banner-argomenti, sulla home page del sito della American Psychological Association APA. Quindi, mediamente: più di un’immagine nuova in home-page ad ogni giorno che passa.
  • Solo due banner (6 %) presentano temi riferiti alla APA come organizzazione: 1) Promemoria delle elezioni per le Divisioni specialistiche; 2) APA alle Nazioni Unite.
  • Quattro banner (13 %) affrontano temi che interessano per lo più gli psicologi, anche nel senso degli studenti in formazione: 1) Laurearsi; 2) Diventare bibliotecari della psicologia; 3) Ottenere borse di studio e finanziamenti; 4) Acquisire strumenti per affontare professionalmente la disabilità.
  • I restanti 26 banner (81 %) fanno riferimento a temi che possono coinvolgere anche il largo pubblico non-specializzato e più in particolare gli utenti-pazienti-clienti (attuali e potenziali) della psicologia.
  • Almeno 13 banner (41 % del totale generale) affrontano sul piano tecnico-scientifico delle questioni psicologiche, specie di interesse sociale, in chiave di conoscenza e di possibile intervento da parte del counseling psicologico, ma in un modo che permette anche ad un visitatore non-specialista di cogliere le potenzialità della competenza psicologica specialistica in materia: rendere più sicuri i voli in aereo; il cambiamento climatico; la psicologia come scienza in azione; migliorare l’ambiente di lavoro; i disastri naturali; le molestie sessuali nell’esercito; i rifugiati LGBT (Lesbian, Gay, Bisexual or Transgender); la prevenzione dell’abuso infantile (con due banner diversi); la capacità dei bambini di comprendere il mondo sociale; la psicologia della salute; il PTSD (disordine post-traumatico da stress); la dipendenza da pornografia.
  • Almeno 12 banner (37 % del totale generale) si rivolgono più o meno direttamente alla persona-visitatore (you) che si trova ad affrontare problemi specifici: autismo; un figlio o un allievo vittima del bullismo; essere leader donna; aiutare una persona amata in crisi esistenziale; capire la comunicazione non-verbale; migliorare la propria memoria; ripulire la mente da pensieri negativi; evitare di deprimersi per il cattivo tempo atmosferico; reggere meglio lo stress collegato al denaro e alle tasse; gestire un capo difficile sul lavoro; avvicinare con serenità la terapia di gruppo; affrontare lo stress.
  • Nel complesso: il sito della American Psychological Association APA sembra rivolgersi in primo luogo a promuovere presso il pubblico la psicologia professionale, come modo possibile per affrontare efficacemente anche tanti problemi personali e sociali. Vengono dunque evocati incessantemente molti esempi documentati di tale capacità degli psicologi.
  • Le questioni per addetti ai lavori, relative all’organizzazione degli psicologi come gruppo professionale, sono ampiamente presenti, ma in altre sezioni (interne al sito) cui il professionista si può facilmente indirizzare, benché solo andandole a cercare apposta.
  • In conclusione: consideriamo che le immagini passate in rassegna qui sono solo un mese di esempi di una parte limitata del sito American Psychological Association APA. Direi che, dopo averle osservate, i nostri colleghi statunitensi appaiono davvero geniali nell’evidenziare a tamburo battente sempre nuovi temi su cui la psicologia, come scienza e come professione, può portare la sua luce.

Insomma: la materia psicologica, come studio e come intervento, si configura come una disciplina ricca e piena di risorse.

Prendiamo dunque spunto da questo affascinante panorama per rilanciare ulteriormente anche il nostro contributo in Italia.

 

apa_baseweb_2014-03-20_1 apa_baseweb_2014-03-20_2 apa_baseweb_2014-03-20_3 apa_baseweb_2014-03-24_1 apa_baseweb_2014-03-24_2 apa_baseweb_2014-03-24_3 apa_baseweb_2014-03-28_1 apa_baseweb_2014-03-28_2 apa_baseweb_2014-03-28_3 apa_baseweb_2014-03-31_1 apa_baseweb_2014-03-31_2 apa_baseweb_2014-03-31_3 apa_baseweb_2014-04-03_1 apa_baseweb_2014-04-03_2 apa_baseweb_2014-04-03_3 apa_baseweb_2014-04-03_4 apa_baseweb_2014-04-07_1 apa_baseweb_2014-04-07_2 apa_baseweb_2014-04-07_3 apa_baseweb_2014-04-07_4 apa_baseweb_2014-04-11_1 apa_baseweb_2014-04-11_2 apa_baseweb_2014-04-11_3 apa_baseweb_2014-04-11_4 apa_baseweb_2014-04-14_1 apa_baseweb_2014-04-14_2 apa_baseweb_2014-04-14_3 apa_baseweb_2014-04-20_1 apa_baseweb_2014-04-20_2 apa_baseweb_2014-04-20_3 apa_baseweb_2014-04-20_4 apa_baseweb_2014-04-20_5

 

 

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi